La Storia

La Storia e il Nome

“Sperduta com’è in mezzo ai campi, è passata per lungo tempo inosservata la cappella della  Madonna del Pensolato fino ad anni recenti quando se ne sono occupati storici, architetti e studiosi d’arte.”

Così scrive Carlo Morra, uno studioso fossanese, che rinvia alle ricerche del prof. Rinaldo Comba e del prof. Giovanni Coccoluto che concordano, pur con le prudenze del caso, nell’individuare nella piccola cappella campestre  i beni che l’Abbazia di Fruttuaria nell’XI secolo ha permutato con la consorella di San Vincenzo nel milanese, entrando in possesso di beni in Romanisio, nella pianura fossanese.

Nel ‘700, un documento accerta che  i beni della piccola cappella erano di ben 85 giornate piemontesi, praticamente pari a quelli dell’attuale Cascina Pensolato; tutto fa pensare che questi beni siano stati assegnati come dote alla piccola chiesa molto tempo prima, verosimilmente al momento della permuta dell’XI secolo.

Altrettanto suggestiva, come suggerisce ancora Carlo Morra, ancorché basata su una teoria più che fondata, è l’ipotesi che la nostra cappella fosse collocata su uno dei tanti diverticoli della Via Francigena considerando che il tracciato militare romano verso le Gallie, poco distante dalla chiesetta, “veniva percorso da mercanti che dall’Italia si recavano in terra francese e dai pellegrini che si avviavano verso Compostela e viceversa dalla Francia tornavano i primi o verso Roma per visitare la tomba di San Pietro si recavano i secondi”.

Su questo percorso la chiesetta della Madonna  del Pensolato, con la sua canonica e il romitorio, svolgeva ad un suo compito ed una sua funzione di ospitalità.

Il Nome

Pensolato” è il nome della cooperativa agricola sociale nata in frazione Sant’Antonio Baligio di Fossano.

L’origine del nome “Pensolato“ è assai curiosa; si potrebbe risalire a “pensilia“, che significa “frutta sospesa“ o meglio “a penzolo“, che sta per “grappoli d’uva uniti insieme e pendenti”.
Infatti, nel corso del Medioevo, la campagna circostante la chiesetta era coltivata a viti che venivano fatte arrampicare su tutori vivi, ovvero ad alteno, dai quali “penzolavano“ i grappoli d’uva.

L’alteno, ovvero il sistema di coltivazione in cui la vite viene maritata ad un albero tutore (salice, olmo, pioppo…), è una tecnica radicata molto profondamente nella viticoltura piemontese e che, sviluppandosi progressivamente lungo i secoli, trovò il suo apice nell’età medioevale.

La Storia Recente

Cascina  Pensolato  ha ripreso una sua vita autonoma nel 2017 per iniziativa della Caritas Diocesana di Fossano , dell’Associazione Camminare Insieme Onlus , dell’Associazione DI.A.Psi Onlus , della Fondazione NOIALTRI Onlus e dell’azienda agricola Orti del Casalito .

La Cooperativa sociale è sorta grazie all'incontro di tre situazioni favorevoli:

  • il finanziamento da parte di Caritas nazionale di un progetto di inserimento lavorativo di 5 detenuti e di altrettanti detenuti agli arresti domiciliari;
  • la concessione in affitto alla costituenda Cooperativa Sociale da parte dell’Opera Diocesana di  23.000 mq. di terreno coltivabile con relativo civile abitativo. Quest’area è pertinenza di un’area più vasta, condotta, in regime di affitto, dalla confinante azienda “Orti del Casalito“.
  • l’impegno da parte del titolare dell’azienda Orti del Casalito a seguire  ed indirizzare il lavoro dei Soci lavoratori e dei borsisti della Cooperativa Sociale fornendo assistenza tecnica e provvedendo alla collocazione dei prodotti nei suoi punti vendita.

Cascina Pensolato  agisce, al momento, su un’area di mq. 23.000 circa, in località Pensolato di San Antonio Baligio di Fossano.

L’attività orticola ha avuto formale inizio l’1 maggio 2017, grazie a otto inserimenti lavorativi e con la collaborazione dei titolari dell’ azienda “Orti del Casalito“.

Le coltivazioni in serra occupano ad oggi  5.000 mq. di terreno; quelle a cielo aperto la restante area di 18.000 mq.

You are donating to : Greennature Foundation

How much would you like to donate?
$10 $20 $30
Would you like to make regular donations? I would like to make donation(s)
How many times would you like this to recur? (including this payment) *
Name *
Last Name *
Email *
Phone
Address
Additional Note
paypalstripe
Loading...