Il Romitorio

I luoghi di sosta dei pellegrini lungo i percorsi devozionali vedevano,
accanto alla pieve o alla piccola cappella,
la “mansio“, il luogo di riparo e pernottamento per la notte,
e il romitorio, il luogo riservato e solitario che ospitava normalmente gli eremiti che conducevano una vita austera e isolata dal mondo, per concentrarsi nella meditazione e nella preghiera.

Ricreare il Romitorio del Pensolato, ristrutturando la struttura storica  per allestire alcune camere da utilizzare come luogo di accoglienza, un luogo per raccogliersi, per concentrarsi, per meditare ma anche per dedicarsi alla ricerca della perfetta unione con Dio concentrandosi nella preghiera e nella penitenza del lavoro nei campi, significa recuperare il senso autentico e più profondo del progetto Pensolato.

“La solitudine è la dieta dell’anima“ scriveva un autore settecentesco, Francesco Algarotti.

Siamo costantemente disturbati nell’ascolto interiore da un rumore di fondo fatto di voci continue e, spesso, contrapposte, da televisione e radio, e di connessioni ininterrotte e social di tutti i tipi.

E’ certamente bello ritrovarsi nella vita reale con amici e familiari e, per i credenti, con i fratelli di fede, ma è anche necessario ritrovarsi, a volte, con se stessi per ritrovare se stessi.
Per farlo è indispensabile una solitudine scelta: non contro qualcuno, ma per se stessi, non per scappare dalle responsabilità e dal mondo, ma per se stessi.

Prerequisito essenziale è il digiuno tecnologico, per restare in tema: spegnere i telefonini, gli smartphone, i computer e le app di tutti i tipi.

Oggi la pace sembra arrivare solo fuori da quel territorio fibrillante delle città riappropriandosi dei luoghi naturali: è la strada per riappropriarsi anche della propria anima.

Quindi amare “la dieta dell’anima” significa riposizionare al centro il proprio baricentro emotivo.
Rimettersi in forma, dando la priorità al benessere della mente e del cuore, senza i quali la vita personale e i rapporti affettivi e di lavoro, spesso, si deteriorano.

Significa, così come avviene nelle pratiche agricole di Cascina Pensolato, darsi delle priorità ma anche conoscere, esplorare e accettare i propri limiti e i difetti personali attivando il dialogo interiore, ripulendo la nostra mente, chiudendo le relazioni malsane, recuperando energia, dando valore autentico alla vita e sfuggendo dallo stress.

Come la terra si rigenera, come si rigenerano le vite degli uomini che si occupano della terra di Pensolato, così si possono rigenerare le vite dei “ nuovi pellegrini “ ospiti di Pensolato.

Il lavoro agricolo può accompagnare la sosta a Pensolato. Compartecipare al lavoro nei campi  permette anche di sentirsi in solidarietà con quanti a Pensolato faticano curando la terra e permette di apprezzare  pienamente i suoi frutti e il loro sapore.

Il Romitorio è aperto  alle diverse confessioni , è un luogo d’accoglienza aperto a tutti. Consente un soggiorno semplice, tendente all’essenziale, immerso nella natura della pianura cuneese. Tutti sono accolti ma soprattutto coloro che cercano un’occasione per confrontarsi e per provare la vita comunitaria e quanti hanno bisogno di un luogo in disparte, nel quale ritirarsi in silenzio.

Fare ritiro significa sostare , chiudere un attimo gli occhi non per dimenticare ma, al contrario, per ritrovarsi, per radunare le forze, per fare ordine nei propri pensieri, per calmare l’angoscia.

Ciascun ospite sarà libero di partecipare liberamente alle spese di ospitalità nella misura delle sue possibilità.

Dal lavoro dell’azienda , dalla sensibilità degli ospiti  e degli amici di Pensolato dipenderà la possibilità di non escludere nessun ospite per motivi economici.

La struttura sarà dotata di un ampio soggiorno, una cucina comunitaria , una biblioteca con sala di riunione e di accoglienza  al pianterreno, cinque camere da letto con servizi al primo piano, oltre ad ospitare il punto vendita dei prodotti dell’azienda agricola e il forno comunitario.

Scopri di più!

Leggi altri Sogni

You are donating to : Greennature Foundation

How much would you like to donate?
$10 $20 $30
Would you like to make regular donations? I would like to make donation(s)
How many times would you like this to recur? (including this payment) *
Name *
Last Name *
Email *
Phone
Address
Additional Note
paypalstripe
Loading...